Chi siamo

A.I.G.A. è un’associazione apolitica e senza scopo di lucro che nasce il 7 giugno 1966 ed aderisce ad AIJA (Association Internationale des Jeunes Avocats). Ha sede a Roma e le singole Sezioni possono essere costituite in ogni circondario di Tribunale d’Italia ove ha sede un Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.

Gli obiettivi fondamentali di AIGA si riassumono nel:

? agevolare l’accesso all’esercizio della professione forense;

? garantire il rispetto dei valori della professione forense;

? favorire un’idonea formazione professionale;

? rafforzare la funzione difensiva;

? garantire il diritto ad un processo giusto in tempi rapidi.

La Sezione di Vicenza è particolarmente sensibile alle peculiari esigenze della giovane avvocatura, promuove una serie di iniziative volte a consentire un miglioramento qualitativo della professione forense, anche attraverso il costante aggiornamento e la formazione e ciò anche insieme ad altre tredici Sezioni (Bassano del Grappa, Padova, Rovigo, Verona, Venezia, Treviso, Trento, Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste e Rovereto).

Il direttivo della nostra sezione di Vicenza è composto da:

Avv. Andrea Tiso (Presidente)

Avv. Alessandra Magnabosco (Vicepresidente)

Avv. Andrea Maculan (Segretario)

Avv. Marco Schievano (Tesoriere)

Consiglieri di Sezione:

Avv. Giulio Manfredini

Avv. Enrico Baccaro 

Avv. Giuseppe Prencipe

Avv. Miria Fattambrini Avv. Marco Bernabè

La struttura della Sezione di Vicenza comprende:

a) il Presidente: è responsabile di tutti gli adempimenti verso gli Organi Nazionali dell’Associazione; cura le comunicazioni con la Giunta, il Segretario, il Tesoriere Nazionale ed il Coordinatore Regionale; sovraintende a tutte le attività dei componenti del CDS e ne coordina le mansioni; può designare tra i soci, di concerto con il CDS, delegati speciali che lo assistano in determinate attività o mansioni; vigila sulla corretta applicazione dello Statuto e del presente regolamento.

b) il CDS:  è composto dal Presidente (che lo presiede), da 8 membri (tra i quali uno assume la carica di Vicepresidente, uno di Segretario ed un altro di Tesoriere), da uno o più consiglieri nazionali (uno per ogni 80 iscritti o frazioni superiori a 40 e cioè: 1° consigliere a 41 iscritti, 2° a 121, 3° a 201, 4° 281, 5° a 361). Del CDS fanno parte di diritto il past president ed i soci che eventualmente ricoprano la carica di Presidente Nazionale o componente della Giunta Nazionale; tali componenti di diritto hanno egualmente diritto di voto, ma non vengono computati ai fini della validità delle sedute. I membri del CDS, ivi compresi quelli di diritto, decadono dalla carica, previa dichiarazione del CDS, in caso di 3 assenze consecutive alle riunioni del CDS.

Il mandato del componente del CDS ha normalmente durata biennale e segue le norme previste dallo Statuto in relazione alla sessione congressuale. Il CDS decade con il Presidente.

Il Consiglio:

a) elegge il Vicepresidente, il Segretario ed il Tesoriere;

b) sollecita, coordina ed indirizza le attività della Sezione; elabora, sviluppa ed aggiorna le direttive politiche dell’Associazione e gli indirizzi programmatici approvati dall’Assemblea; delibera la convocazione delle Assemblee stabilendone l’odg; mantiene i contatti con il CdO, le Istituzioni, i gruppi e le Associazioni;

c) approva il rendiconto annuale;

d) stabilisce l’ammontare della quota annuale che ciascun socio deve versare alla Sezione;

e) assume, in caso di eccezionale ed inderogabile urgenza, ogni altra deliberazione, salvo ratifica dell’Assemblea.

Il CDS è convocato dal Presidente, su propria iniziativa o su richiesta di almeno 1/3 dei componenti con avviso inviato almeno 7 giorni o, in caso di urgenza, ad horas.

Per la validità delle sedute è necessaria la presenza di almeno la metà dei componenti. Le delibere sono adottate a maggioranza assoluta dei presenti. Tutti i componenti hanno diritto di voto.

L’Ufficio di Presidenza: è parte integrante del CDS ed è composto dal Presidente, dal Vicepresidente, dal Segretario e dal Tesoriere. L’Ufficio cura, insieme al Presidente, l’amministrazione dell’Associazione e più specificamente:

– il Vicepresidente coadiuva il Presidente nello svolgimento della sua attività e, in caso di assenza, impedimento o decadenza lo sostituisce fino a nuova elezione;

– il Segretario: provvede alla verbalizzazione delle sedute presiedute dal Presidente ed effettua la verifica dei poteri per l’esercizio dell’elettorato attivo; è responsabile del funzionamento del sistema di informazione e comunicazione dell’Associazione nonchè della regolare tenuta del libro dei verbali; cura, unitamente al Tesoriere, l’aggiornamento dell’elenco dei soci;

– il Tesoriere: è responsabile del patrimonio e tiene la contabilità dell’Associazione, riceve le quote e rilascia le relative quietanze necessarie per la verifica dei poteri; redige e mantiene un registro della contabilità, avendo cura di conservare gli eventuali documenti giustificativi; rende il conto al CDS; redige annualmente il rendiconto riferendone in Assemblea.

I consiglieri di sezione, così come i consiglieri nazionali, possono essere consecutivamente rieletti alla medesima carica per una sola volta.

c) l’assemblea dei soci:

L’assemblea ordinaria si tiene ogni anno ed è composta da tutti i soci della Sezione e viene convocata dal Presidente anche per via telematica. Partecipano all’Assemblea, con diritto di voto, tutti i soci in regola con il pagamento delle quote.

L’assemblea delibera a maggioranza assoluta dei presenti ed è validamente costituita con la presenza, alla prima convocazione,di almeno la metà dei soci e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti.

L’assemblea elegge, a scrutinio segreto, il Presidente della Sezione, gli 8 consiglieri del CDS e gli eventuali consiglieri nazionali e delibera l’indirizzo programmatico della sezione e stabilisce gli obiettivi da perseguire ed i percorsi e gli strumenti con i quali raggiungerli.

L’assemblea per l’elezione del Presidente, del Cds e dei delegati al Congresso

Nel periodo fra l’inizio della sessione congressuale (che si ha con la convocazione del Congresso mediante avviso scritto da comunicarsi alle sezioni almeno 150 gg prima del suo inizio) ed almeno 20 giorni prima dell’inizio del Congresso Ordinario, la Sezione deve tenere l’assemblea per l’elezione diretta del Presidente, del CDS e degli eventuali consiglieri nazionali diversi dal Presidente di Sezione, oltre che dei delegati al Congresso.